Di seguito alcune delle località facilmente raggiungibili dall'abbazia di Badia a Ruoti e le visite guidate disponibili nei luoghi circostanti.

Visite guidate:

Bucine - Pieve Romanica di San Giovanni Battista a Petrolo
Pieve
L'edificio custodisce tre eccezionali opere in terracotta invetriate di Giovanni della Robbia tra il 1517 e il 1521.
Visite guidate: da Aprile ad Ottobre tutte le domeniche e tutti i festivi dalle 16 alle 18 (visite su richiesta per gruppi di minimo 8 persone negli altri giorni della settimana).
Contatti: Gruppo Volontari Pieve di Galatrona 338/2879310

Bucine - La Torre di Galatrona
Torre
La torre chiamata il "Torrione" di origine alto-medievale svolgeva funzioni di controllo. Alta 27 metri, oggi luogo eccezionale per una vista a 360° su tutta la Valdambra.
Visite guidate: Da Aprile ad Ottobre il sabato dalle 15 alle 19 e tutte le domeniche dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 19. Visite su richiesta per gruppi di minimo 8 persone negli altri giorni della settimana.
Contatti: Amici del Torrione 339/6749080

Abbazia di Badia a Ruoti
Pala d'altare
Edificio sacro medievale antico e potente complesso monastico, sull'altare è esposta la pala realizzata da Neri di Bicci nel 1472.
Sono previste visite guidate su prenotazione Associazione "Neri de Bicci" ai seguenti numeri telefonici 338/5929912 339/2447023

Badia Agnano - Abbazia di Santa Maria Agnano
Badia Agnano
Edificio sacro benedettino, camaldolese poi, ed importante complesso artistico/architettonico il quale nel passato ebbe il controllo su numerose chiese della Valdambra, del Valdarno, della Valdichiana, di Arezzo e del Senese.
Visite guidate: su prenotazione contattare Associazione "Gruppo Ricerche Storiche - Badia Agnano" 335/421763 (Alessio)

Pogi - Il Ponte romano
Ponte
Come appare oggi è frutto di una stratificazione storico/architettonica ben visibile dalla struttura muraria. Le fondamenta sono di epoca Romana, il ponte infatti si trovava su una deviazione della via consolare Cassia Adrianea, antico tracciato viario, che univa Roma a Firenze. Su tali piloni si appoggia la struttura di epoca medievale con profilo a schiena d'asino a cinque arcate, di cui le centrali di luce maggiore.

San Pancrazio - Museo della memoria
Museo
Edificio in cui è raccolta la documentazione storica dell'eccidio nazista di San Pancrazio
Visite guidate: su prenotazione 340/575446 (Luciana)

Nei dintorni:

San Pancrazio e Civitella: per non dimenticare le stragi naziste
Nel giungo del 1944 San Pancrazio e Civitella in Valdichiana, a pochi chilometri dall'abbazia, sono state teatro di una delle più feroci stragi naziste dove persero la vita 230 persone tra uomini donne e bambini.

Arezzo, tra Piero della Francesca, Della Robbia e Cimabue
Nella basilica di San Francesco ad Arezzo è terminato il restauro del grandioso ciclo di affreschi di Piero della Francesca: «La leggenda della vera croce». Uno degli esempi più alti della pittura rinascimentale di quello che è stato definito il «Pittore teologo». Nella Chiesa di San Domenico invece, è conservato un bellissimo crocifisso ligneo di Cimabue che dopo il danneggiamento nell'alluvione di Firenze del Crocifisso di Santa Croce, ne rimane l'opera simile più importante. Tutto il territorio di Arezzo infine è costellato delle bianche ceramiche «fiorite» dei fratelli Della Robbia.

Chianti Classico
Tra le dolci colline del Chianti Classico, situate tra Siena e Firenze, ci troveremo circondati da un paesaggio mozzafiato, nel cuore del regno del Gallo Nero. Il verdissimo territorio del Chianti Classico vanta da sempre gioielli paesaggistici e storici di rinomata bellezza tra borghi e castelli. Qui si trovano alcune delle cantine più famose al mondo.

Montalcino, Abbazia di Sant'Antimo
Immerse nel paesaggio ondulato delle Crete Senesi, queste meravigliose località ci spingono alla scoperta della Toscana e di uno dei paesi più conosciuti al mondo per il suo celebre vino: Montalcino e il suo Brunello.

Siena, Monteriggioni, San Gimignano
Immerse nelle tipiche colline toscane costellate di antichi borghi, castelli e bellezze naturali da non lasciarsi scappare. Ecco alcune delle località più belle e famose della Toscana.

Crete Senesi e Valdorcia: Pienza e Monticchiello
Questo itinerario è pensato per i veri amanti della Toscana più inedita e si spinge alla scoperta di luoghi incredibili e lontani dalle mete turistiche. Terre ricolme di leggenda e paesaggi da togliere il fiato: le Crete Senesi e la Valdorcia.

Mercati settimanali
Arezzo: Fiera Antiquaria, ogni primo week end del mese.
San Giovanni Valdarno, mercato settimanale, dove potrete inoltre visitare l'interessante Museo della Basilica: sabato mattina.

 
saucony donna scarpe golden goose sneakers buscemi shoes